Colori classici maschili

Alleati della comunicazione d’immagine, i colori.
In ambito maschile, soprattutto lavorativo, sono cardine blu, grigio e in alcuni casi marrone.
Questi colori si adattano a più professioni, anche diverse tra loro, perché la simbologia è forte e delineata da costrutti storico-sociali.
Per riassumere:

  • il blu, affidabile e ordinato;
  • il grigio diplomatico ed equilibrato;
  • il marrone concreto e più aperto, anche se il meno apprezzato tra i colori in occidente.


A questi colori si aggiungono le loro sfumature e altri colori ancora.

Come ad esempio il bianco, più spesso su camicie, magliette e sneakers.
Comunica cura, trasparenza e ordine mentale; nelle tonalità più pure e artificiose può veicolare freschezza ma anche distacco, in quelle più naturali (scaldate) invece può veicolare anche semplicità.
Convenzionalmente, per mantenere l’efficacia comunicativa, chiede di essere impeccabile. Più di altri colori, nel momento in cui si contamina, si sporca, perde “bianco” come può avvenire ad esempio dopo svariati utilizzi e lavaggi, il capo perderà anche di candore.
La sua storia racconta di igiene, purezza, luce, vastità, vuoto ma anche di freddezza ed elitarismo.
Negli ultimi decenni si è preteso dal bianco una resa sempre più bianca, come ci ricordano diverse pubblicità.

Stessi risultati performanti sono chiesti al nero, “incorruttibile” fin dall’antichità.
Il nero, colore austero divenuto elegante. Comunica solidità, fascino, forza ma anche distanza, freddezza, oppressione.
Viene considerato ormai passe partout e multitasking, proprio per l’idea di facilità d’abbinamento e sensazione di ordine che può rimandarci. Alleato anche di chi tende a rifuggire dalla visibilità (come nell’immaginario sono i ladri alla Diabolik) o di chi vuole apparire più autoritario (come possono ricordarci le guardie del corpo).
In total look, il nero può mettere distanza tra noi e l’interlocutore, veicolando una sensazione di chiusura. Alleggerirlo con altri colori o armonie a piccoli tocchi, potrebbe essere una buona soluzione in contesti diurni.
Nell’abbigliamento maschile, sarà particolarmente adatto ad occasioni formali o serali; è il colore per eccellenza dello smoking.
Come visto per il bianco, in abbigliamento anche dal nero si pretende vigore e intensità, non lasciandolo libero di mutare con il tempo e l’utilizzo, senza perdere anche eleganza e formalità.

Vorresti saperne di più e dare il giusto tocco cromatico alla tua immagine? 
Contattami per una analisi del colore personalizzata o per organizzare un incontro di gruppo sul tema del colore in abbigliamento.