Identità individuale

Qualche settimana fa ho scritto le mie considerazioni sull’unicità dell’individuo. Oggi vorrei accennare invece all’identità individuale, che personalmente inserisco in un contesto più complesso. Avete mai provato a definirla?L’identità, per me, è ciò che siamo. Ne fanno parte anche le influenze culturali, sociali, il luogo geografico e il periodo storico, anche se non ne siamo consapevoli. È chiaro quindi che l’immagine personale sia anche la risposta ad un determinato contesto e/o ad un determinato codice. Questo meccanismo lo mettiamo in atto automaticamente e banalmente, ad esempio davanti alle uniformi (forze dell’ordine, medici, ecc.), ma anche quando ci prepariamo per uscire e ci immaginiamo le caratteristiche dell’ambiente nel quale ci recheremo.
Se per le uniformi è più immediata la decodifica, per altri contesti può risultare più difficoltosa una scelta che davvero metta in equilibrio contesto e personalità. Ma una buona gestione della propria immagine, a favore del più giusto adattamento al contesto, può fare la differenza. Sia chiaro, ciò non vuol dire omologazione! Abbiamo un’ampia varietà di possibilità per comunicare con coerenza le nostre caratteristiche personali e tra una scelta sbagliata e una scelta efficace o volutamente dirompente, c’è la conoscenza del contesto e la risposta socio-culturale consapevole che si vuol dare ad esso.

Come sempre, bisogna aver chiaro ciò che si vuole comunicare.